Skip to Content
»
La FEDRE in breve
Drapeau de l'UE


Le origini della FEDRE

Constatando che non c'è stabile democrazia senza successi economici, la Camera delle Regioni del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa, ha organizzato a Ginevra, nel gennaio del 1996, con l'appoggio della Confederazione Svizzera e del Cantone di Ginevra, il primo "Forum Economico delle Regioni d'Europa", in presenza dei rappresentanti dell'Unione Europea, del Consiglio d'Europa, delle Nazioni Unite, di diverse organizzazioni e di numerosi Stati. I partecipanti hanno adottato una "Dichiarazione di Ginevra" per richiedere la creazione di una struttura permanente che favorisca l'accesso ad una rete di promozione, di scambi e di partenariati economici, ambientali e sociali. Così è nata la Fondazione FEDRE.

Il 25 aprile 1996, Claude Haegi, Membro del Governo cantonale ginevrino, ex-Presidente dello stesso ed ex-Sindaco della città di Ginevra; Yves Berthelot, Segretario Esecutivo della Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite; e Daniel Goeudevert, primo Vice-Presidente della Croce Verde Internazionale, ed ex-Presidente del Direttivo del marchio automobilistico Volkswagen, hanno firmato a Ginevra l'atto di costituzione della Fondazione.

 


I principi della FEDRE

Le attività della FEDRE si fondano sui seguenti principi :

  • La forza di uno Stato e la sua unità dipendono da uno sviluppo equilibrato e diversificato delle sue regioni; tale sviluppo deve prendere in considerazione le loro specificità.

  • Le Regioni, più vicine ai cittadini, rappresentano la scala ottimale di valorizzazione del territorio, del suo sviluppo economico, sociale, culturale e ambientale.

  • Ci deve essere un'armonia e una complementarietà tra gli obiettivi e i mezzi dei poteri centrali, regionali e locali.

  • La stabilità e la prosperità del Continente europeo e del Maghreb riposano sulla solidarietà tra i paesi, le regioni e i popoli. Le Regioni devono svolgere pienamente la loro parte.


Gli obiettivi della FEDRE
  • Promuovere lo sviluppo sostenibile nell'insieme delle regioni d'Europa orientale, centrale, occidentale e del Sud-Ovest del Mar Mediterraneo.

  • Stimolare la cooperazione tra le regioni d'Europa, in particolare la cooperazione Est-Ovest, ma anche con il Sud-Ovest del Mar Mediterraneo.

  • Permettere alle regioni urbane e rurali, alle città, agli organismi economici e alle imprese, di farsi conoscere, grazie alla FEDRE, e di creare delle relazioni dirette che favoriscano lo sviluppo sostenibile regionale.

  • Fornire agli attori decisionali locali e regionali delle informazioni strategiche, giuridiche e tecniche nei settori di competenza della FEDRE, per chiarire le loro scelte.


Le azioni della FEDRE
  • Il suo sito internet, attualmente in sei lingue, da accesso, nell'Elenco delle Regioni, a dei dossier d'informazione di base che permettono di entrare in contatto con i poteri politici ed economici di più di 750 regioni.

  • I suoi "Forum Economici delle Regioni d'Europa", organizzati con il Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa almeno una volta all'anno. Essi si sono svolti a Ginevra (Svizzera), a Dortmund (Germania) e a Mosca (Russia) nel 1996, a Vienna (Austria) nel 1997, a Bucarest (Romania) nel 1998, a Weimar (Germania) nel 1999 (sul tema della cultura come fattore di sviluppo economico), poi, nel contesto del Patto di Stabilità, a Skopje (Macedonia) nel 2000, a Istambul (Turchia) nel 2001, a Novi Sad in Voivodine (Serbia) nel 2002, e a Prijedor (Repubblica Serba della Bosnia Herzigovina) in settembre 2003.

  • I suoi Forum che hanno come scopo d'approfondire un tema relativo allo sviluppo sostenibile: le trasversali alpine ("Tunnel 2000", Ginevra 1999) e l'energia (Ginevra 2001, Omsk 2002, e "Energia: il potere delle regioni" in dicembre 2003 a Ginevra).

  • I suoi programmi di promozione che si concentrano sulle manifestazioni oppure sono scaglionati su vari mesi e sono legati a delle tematiche quali l'energia, i trasporti o la gestione dell'acqua e dei rifiuti.
    Tali azioni servono a sensibilizzare la popolazione di una regione o di un comune sull'importanza della protezione ambientale e dello sviluppo qualitativo, per far conoscere all'estero il loro potenziale commerciale e industriale e il loro impegno in favore di uno sviluppo sostenibile.

  • Tutte le manifestazioni organizzate su domanda di un attore politico od economico e legate al tema dello sviluppo sostenibile.

  • Le prestazioni d'accompagnamento per la presa di contatti, la ricerca di partner, i trasferimenti di tecnologie.


Le risorse della FEDRE

La FEDRE dispone di risorse basate su delle convenzioni di collaborazione, di partenariati o di accordi provenienti dalle attività che svolge. I suoi partner sono:

  • Il Consiglio d'Europa e il suo Congresso dei Poteri Locali e Regionali;
  • La Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite;
  • La Confederazione Svizzera (Direzione Sviluppo e Cooperazione);
  • La Repubblica del Cantone di Ginevra;
  • alcune Regioni d'Europa;
  • alcuni attori economici pubblici e privati.

L'organizzazione della FEDRE
  1. Consiglio

    Claude Haegi, Presidente
    Amministratore di società, Presidente di diverse fondazioni, associazioni e società, ex-Presidente e Membro del Governo della Repubblica del Cantone di Ginevra, ex-Sindaco di Ginevra, Membro d'onore e ex-Presidente del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa.

    Yves Berthelot, Vice-President
    Presidente del Comitato Francese di Solidarietà Internazionale, Delegato Speciale di Ricerca ("Senior Research Fellow") dell'Istituto delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca (UNITAR), ex-Segretario Esecutivo della Commissione Economica delle Nazioni Unite per l'Europa.

    Daniel Goeudevert, Vice-Presidente
    Consulente internazionale, ex-Vice-Presidente del gruppo Volkswagen ed ex-Presidente del marchio Volkswagen.

    Jerzy Regulski, Membro
    Presidente della Fondazione per lo Sviluppo e la Democrazia Locale (Varsavia), ex-Ministro ed ex-Rappresentante permanente della Polonia presso il Consiglio d'Europa.


  2. Amministrazione

    12, rue François-Dussaud
    CH-1227 Acacias-Ginevra
    Tél. : +41 22 807 17 12
    E-mail : info@fedre.org

    Il Segretario Esecutivo è M. François Saint-Ouen, Dottore in Scienze Politiche.

  3. Consiglieri

    Oltre alla competenza e all'esperienza dei membri del suo consiglio e di quella dei suoi parteners istituzionali europei, la FEDRE si appoggia ad una rete di esperti permanenti o temporanei, che gli permettono di meglio padroneggiare i problemi scientifici, tecnici, economici, sociali e politici che deve gestire.


I partners
  • Il Consiglio d'Europa
    (in particolare la Commissione per lo Sviluppo Sostenibile, il Congresso dei Poteri Locali e Regionali e l'Assemblea Parlamentare);
  • La Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite;
  • La Confederazione Svizzera, la Direzione Sviluppo e Cooperazione;
  • La Repubblica e Cantone di Ginevra;
  • La Fondazione Denis de Rougement per l'Europa;
  • Il Forum Europeo di Coppet;
  • ONG e Associazioni operanti nel settore dello sviluppo sostenibile, così come alcune istituzioni democratiche e per i diritti dell'uomo.

Tra l'altro la FEDRE accoglie nella sua sede di Ginevra :

  • la Fondazione Denis de Rougement per l'Europa;
  • l'antenna europea della Fondazione Deserto del Mondo (sede ad Algeri).